Skip to content

Old town, new stuff

13/05/2011

La città vecchia di Shanghai ha un sapore un particolare: se da un lato fa piacere vedere finalmente un pò di architettura tradizionale in mezzo ad una città completamente occidentalizzata, dall’altro fa impressione notare come il turismo di massa l’abbia resa una specie di parco giochi per i visitatori stranieri, che si dedicano allo sport preferito della categoria, ovvero lo shopping.

 

Ed ecco allora che in mezzo a palazzi storici (probabilmente non proprio originali, o restaurati dalla prima all’ultima asse di legno) si possono trovare centinaia di negozi in grado di proporre al visitatore dai più grandi classici della tradizione cinese, come bacchette, incensi, vestiti e borse, per passare a negozi inediti dalle nostre parti, come il venditore di pettini

o lo store specializzato in action figures, per la gioia di voialtri nerds terminali:

Ovviamente nei negozi più generalisti si può trovare il classico oggettino che ‘noncifaccionientemacostatalmentepocochequasiquasi’, solo che qui c’è un’abbondanza quasi ridicola:

   

In certi ristoranti persino i cuochi, alla apparenza indaffarati e incuranti dei visitatori,

sono in realtà messi anche loro in vetrina! Mai perdere un’occasione di fare business…

L’architettura tradizionale di Shanghai, caratterizzata dalle basse case dai mattoni rossi, si può trovare poco più a sud del centro storico, a Taikang road. Sebbene sia ben nascosta e difficile da trovare per un forestiero, questa via, insieme a tutti i vicoli e vicoletti che la circondano, è tra le mete preferite dai turisti stranieri desiderosi di fare acquisti. Anche qui si possono trovare gadgets di ogni tipo, ma, ancora una volta, principalmente moderni.

   

E allora dove è possibile trovare qualche autentica antichità, magari non proprio preziosa, ma che perlomeno dia l’idea di essere qualche cosa di unico e non replicato in migliaia e migliaia di copie? Con un po’ di fortuna (o meglio ancora conoscenze locali) è possibile trovare qualche vecchio mercatino dell’usato in tutto e per tutto simile a quelle fiere dell’antiquariato che ogni tanto vengono fatte nei centri storici delle città italiane. Magari la qualità non è sempre altissima, ma perlomeno è possibile trovare oggetti realmente antichi e a volte anche qualche autentica chicca. Io sono riuscito a scovarne uno nell’antica Dongtai Road dove, in mezzo a varie cianfrusaglie e chincaglierie, è possibile trovare anche qualche oggetto realmente interessante, alcuni manifesti d’epoca molto belli e qualche opera d’arte vera e propria, provenienti direttamente da un mondo che ormai non esiste più.

     

Agorà, dal canto suo, sta procedendo alla grande: pochissimi intoppi tecnici nella realizzazione, una ultima spiegazione di ripasso al nostro staff di animatori (che, come abbiamo visto, sono molto promettenti), e siamo pronti per tagliare il nastro!

        

Zaijian,

fonso

3 commenti leave one →
  1. 14/05/2011 00:13

    Nerd Terminali… Tzè….

    Doraemon GIGANTE. ORA. VOJO.

  2. 14/05/2011 16:08

    vedremo cosa si può fare… dovrai attendere qualche mesetto però!!🙂

  3. montse permalink
    18/05/2011 15:03

    uuuuuuuhhhhhh ho sempre voluto un ‘noncifaccionientemacostatalmentepocochequasiquasi’😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: